Nuovo Codice di Autodisciplina di Federlingue

Ieri, 31 gennaio, presso Palazzo Giureconsulti a Milano si è svolto l’evento di presentazione del nuovo Codice di Autodisciplina di Federlingue per le società di TRADUZIONE, INTERPRETARIATO e di FORMAZIONE LINGUISTICA, approvato dalla Camera di Commercio di Milano.

Il Codice promuove la qualità, la trasparenza, la credibilità delle imprese aiutandole a distinguersi in un mercato in continuo mutamento.

Si tratta di un passo importante per sostenere le aziende del settore dei servizi linguistici che operano in un mercato molto competitivo in continua evoluzione.

L’evento è stato patrocinato dall’UNI. Hanno partecipato Camera di commercio di Milano, Federlingue, UNI e A.I.C.E. e ELIA, nella persona del presidente Roberto Ganzerli che ha offerto una visione del mercato della traduzione oltre i confini nazionali.

Per Elena Cordani, Presidente di Federlingue (Associazione Italiana Servizi Linguistici) – Confcommercio Imprese per l’Italia:” Con questo nuovo codice a cui aderiscono le nostre imprese di settore, mettiamo in evidenza l’importanza della autoregolamentazione “dal basso” per promuovere la credibilità delle imprese e la qualità dei servizi, nell’ambito di un mercato in evoluzione in cui le competenze linguistiche sono ormai irrinunciabili”.

Per Claudio Rotti, Presidente di A.I.C.E. (Associazione Italiana Commercio Estero) – Confcommercio Imprese per l’Italia: ”Comunicare correttamente con i propri partner sui mercati esteri è alla base di un business che funzioni, sia per la necessaria qualità delle relazioni, che per la chiarezza e correttezza dei patti. Ecco perché questo nuovo codice è anche uno strumento per valorizzare il nostro business con l’estero”.

AKAB è lieta di aderire a questa iniziativa, formalizzando l’attitudine alla trasparenza che da sempre la contraddistingue.

SDL Trados Studio 2017 è arrivato

La nuova versione di SDL Trados Studio, il CAT leader di cui ci avvaliamo da decenni, è arrivata. In linea con la nostra filosofia di essere sempre all’avanguardia tecnologica, abbiamo effettuato l’upgrade e siamo pronti per sperimentare tutte le novità della nuova versione.

Quali sono le novità di SDL Trados Studio 2017?

Al centro delle innovazioni c’è una tecnologia adattiva sia per la memoria di traduzione sia per la traduzione automatica, che rivoluziona il modo di utilizzare le memorie di traduzione. Un approccio molto più intelligente che consente di reperire maggiori e più accurate corrispondenze nelle memore di traduzioni, ottimizzando il lavoro del traduttore e la qualità della traduzione. Sul versante della traduzione automatica, significa mettere in campo un approccio che permette di realizzare risultati migliori in tempi più brevi, valorizzando l’imprescindibile ruolo del traduttore.

Per i traduttori e gli addetti ai lavori in generale queste e molte altre innovazioni di Studio 2017 serviranno a rendere il modo di lavorare più efficiente, comodo e organizzato. Per gli utilizzatori dei servizi di traduzione a livello globale significherà avere un servizio migliore, in grado di coniugare sempre più qualità, tempi e costi.

AKAB srl è partner certificata di SDL Trados. Sempre attenta all’innovazione, sempre all’avanguardia

La qualità è ancora la regina indiscussa – Roadshow SDL Trados Spring 2016

Ebbene sì, in ogni settore aumentano le esigenze dei clienti, diminuiscono i tempi di realizzazione e si richiedono prezzi sempre più bassi. Ma se c’è una caratteristica alla quale non si rinuncia è sempre e comunque la qualità. Questo il risultato di un’approfondita ricerca commissionata da SDL, una delle principali aziende operanti nel settore degli strumenti per la traduzione. 2784 risposte provenienti da vari attori (traduttori, LSP, aziende) in 115 paesi, hanno portato a questa conclusione. Per certi versi la troviamo decisamente consolante: non contano solo costi bassi e velocità, ma anche e soprattutto la professionalità, che non si improvvisa ma si accumula in anni di esperienza. La competenza umana da sola però non basta, deve essere associata a una buona organizzazione e a strumenti efficaci. Nel settore delle traduzioni la tecnologia aiuta senz’altro: motori di traduzione automatica sempre più evoluti e soluzioni cloud che permettono di usufruire di strumenti complessi a costi contenuti contribuiscono a migliorare in modo sostanziale i processi produttivi. L’aggiornamento tecnologico continuo è essenziale, quanto la capacità di sapere applicare gli strumenti a processi sempre più intelligenti e lean.

AKAB c’è, sempre attenta alle evoluzioni e trend del mercato. Contattaci per conoscerci meglio

Elia ND Focus days for executives

Il 21-22 Aprile a Maiorca, nella splendida cornice di Cap Formentor, si sono svolti i Networking Days for executives, organizzato da Elia – Europan Language Industry Association.

Abbiamo partecipato con molto entusiasmo a quest’evento. È stata un’occasione di incontro tra colleghi del settore che operano in mercati diversi. Ogni realtà con le proprie specificità, tutte accomunate da una grande passione per il proprio lavoro.

Il format molto innovativo incentrato su “Strategia aziendale” e “Fusioni e acquisizioni” ha sicuramente permesso di dibattere in maniera approfondita di problemi, rischi e scelte molto concrete con cui le società di traduzione si devono confrontare.

Oltre a riflessioni e scambi di vedute all’interno dei tavoli, vi sono stati molti momenti di interazione tra i partecipanti. Le occasioni di confronto sono state numerose.

Durante la seconda giornata sono stati anche illustrati i risultati di una interessante ricerca “2016 Language Industry Survey” promossa da Elia, European Master’s in Translation, EUATC, GALA e LIND.

Per noi del settore sicuramente è uno strumento utile per analizzare meglio i trend del mercato della traduzione (soprattutto quello europeo) e riflettere sulla propria strategia aziendale.

Tutte le cose belle hanno una fine e dopo questi due giorni pieni di stimoli, nuovi incontri, siamo tornati a casa arricchiti e con rinnovata energia per affrontare nuove sfide.

L’Africa, un mondo di opportunità

È con grande interesse che abbiamo partecipato all’evento “Investire e vendere in Africa: conosciamo questo nuovo mercato” organizzato dall’Associazione L’Africa & l’Italia il 9 febbraio a Torino. Scopo dell’associazione è promuovere le opportunità che l’Africa offre alle società italiane, supportandole dal punto di vista sia commerciale sia industriale nei percorsi di internazionalizzazione verso questa immensa area geopolitica che si presenta come la nuova frontiera economica. A questo proposito è stata particolarmente interessante la presentazione da parte di HAGE Exhibitions di 5 importanti fiere che si terranno nei prossimi mesi in Senegal, paese che sta vivendo un momento di grande crescita. Negli ultimi anni infatti, il Senegal ha assistito a un importante processo di digitalizzazione dell’amministrazione pubblica e alla creazione di una notevole rete di infrastrutture di trasporto che lo candidano a divenire entro 5-10 anni il paese leader dell’Africa Occidentale.

Altrettanto interessante è stata la presentazione dell’Africa SMB forum, organizzazione rivolta alle Piccole e Medie Imprese interessate al mercato africano. Scopo del forum è favorire l’incontro tra aziende e la creazione di partnership e reti di imprese, preparando l’accesso a questo importante mercato emergente e permettendo l’incontro con gli interlocutori più appropriati, in un percorso di accompagnamento passo-passo.

Molte nazioni sono già attive da tempo in Africa, perché le aziende italiane presenti sono ancora poche? Certamente per avviare una strategia vincente è necessario conoscere meglio questo nuovo mercato, ed è proprio a questo proposito che l’esperienza di figure competenti ed esperte del territorio può fare la differenza.

AKAB dal canto suo, da sempre attenta ai processi di internazionalizzazione, offre alle aziende che hanno intrapreso questo percorso tutta la propria esperienza nel settore linguistico. Un servizio competente e affidabile chiavi in mano, dalla traduzione al visto consolare, dalla brochure di presentazione alla documentazione tecnica, in completo outsourcing

Traduzione, documentazione tecnica e innovazione

La traduzione della documentazione tecnica deve stare al passo con le innumerevoli innovazioni che stanno modificando il settore della documentazione tecnica. Affidarsi a bravi traduttori madrelingua non basta: è sempre più importante una conoscenza specifica del settore in cui si traduce. È auspicabile che si attivi un confronto serrato tra tecnici e traduttori per garantire una correttezza terminologica e coerente con quella in uso in azienda. Al di là delle finalità tecniche, un numero crescente di aziende sta cambiando il suo approccio alla realizzazione della propria documentazione per garantire il rispetto degli obblighi di legge in materia di sicurezza. Ma non va dimenticato che la documentazione a corredo del prodotto è anche un utile strumento di marketing. Il mercato italiano ne sta finalmente comprendendo l’importanza, allinenandosi alla sensibilità sul tema di molti altri paesi europei.

Nello scenario attuale, va sottolineato come i supporti su cui comunicare siano sempre più variegati e questo permette di scegliere quello più adatto al contenuto che si vuole veicolare e all‘utente finale a cui ci si rivolge.

La realizzazione della documentazione tecnica va progettata con cura, prima di passare all’attività di traduzione, ma deve già prevederla: questo permetterà comunque di ridurre il budget di spesa e potrà garantire un migliore risultato finale.

Di questo e di tanti altri aspetti si è parlato nell’ambito dell’incontro “ Comunicazione tecnica innovativa a tutto vantaggio dei costruttori di machine” che si è tenuto a Villa Marchetti – Baggiovara (Modena) mercoledì 2 dicembre, organizzato da ACIMAC, UCIMA, SBS (Scuola Beni Strumentali) e COM&TEC (Associazione Italiana per la Comunicazione Tecnica), a cui abbiamo partecipato insieme a tanti altri operatori del settore

Internet of Things e traduzione: se ne parla al Roadshow SDL Trados Autunno 2015 di Milano

Da anni si parla dell’incremento dei contenuti digitali che rendono sempre più consistente la quantità di testi pubblicati in rete. L’esplosione di dati digitali è destinata a moltiplicarsi nell’era dell’Internet of Things, nella quale siamo ormai entrati e stiamo avanzando a passi da gigante. Il mondo della traduzione sarà ovviamente coinvolto in questi cambiamenti. Sempre più “oggetti” infatti sono e saranno collegati a internet, in tutti gli ambiti della vita delle persone e delle aziende. Qualche esempio? Il cruscotto dell’auto, i contatori energetici, la gestione della cartella clinica, fino alle infinite applicazioni della domotica. In questo momento si stima che gli oggetti connessi siano 5 miliardi, secondo alcune fonti addirittura il doppio. Le previsioni per i prossimi 5 anni vedono lievitare il numero a 25-30 miliardi. Notevoli saranno le ripercussioni nell’ambito delle traduzioni, perché una mole così immensa di dati rende sempre più difficile potersi affidare per le traduzioni alle sole risorse umane, numericamente inusufficienti per un compito così impegnativo. Ecco quindi la necessità di attingere a tutte le risorse che la tecnologia mette a disposizione per sfruttare e valorizzare al meglio il lavoro del traduttore, rendendolo sempre più produttivo. Supporti come i CAT (strumenti per la traduzione assistita), i tool per la gestione della terminologia e i motori di traduzione automatica addestrabili in modo personalizzato, sono preziosi perché consentono ai traduttori di tradurre più velocemente e con migliore qualità, due caratteristiche che – anche se può sembrare paradossale – vanno sempre più a braccetto. Sofisticati programmi di gestione condivisi permettono ai project manager di avere un controllo puntuale e preciso del flusso di lavoro, garantendo un processo agile, sicurezza e tracciabilità dei dati.
Sempre di più, competenza e professionalità umana richiedono l’utilizzo di tecnologie d’avanguardia per ottenere il massimo risultato

info@akab-lsp.com

Akab su Il Sole 24 ore

Siamo lieti di annunciare che il 24 ottobre 2015 Il Sole 24 ore ha pubblicato nell’edizione nazionale l’articolo intitolato “Con Akab le migliori soluzioni multilingue”.

L’articolo è comparso nella sezione “Milano e provincia – Le aziende che innovano e sfidano la crisi”: uno spazio dedicato ad alcune realtà nel panorama lombardo che sono riuscite a farsi largo nonostante la situazione critica di questi anni. L’occasione per questa vetrina è stata data dall’importante appuntamento dell’Assemblea generale di Assolombarda Confindustria Milano Monza Brianza che si terrà oggi all’auditorium EXPO a cui parteciperà anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Obiettivo della pubblicazione è quello di informare i lettori del Sole 24 Ore  sui valori espressi dall’imprenditoria locale, sulla strategia e lo sviluppo di un sistema industriale solido, con un forte export e molte piccole e medie imprese eccellenti, tra cui abbiamo l’orgoglio di essere stati annoverati.

È per noi un importante traguardo che abbiamo raggiunto grazie al nostro team di validi collaboratori e alla fiducia che un numero crescente di clienti ci ha concesso, apprezzando la nostra esperienza e profonda conoscenza del settore, abbinata a uno sguardo sempre attento alle novità e alle previsioni per il futuro. Non è nostra intenzione fermarci qui e speriamo di proseguire insieme questa stimolante avventura.

info@akab-lsp.com

Traduzione tecnica, Informazione intelligente, IoT, Content Management: dove va la redazione tecnica?

Tekom Italia Roadshow- 24 settembre 2015 Bologna

Akab srl, società specializzata nella traduzione tecnica, ha partecipato con molto interesse alla tappa italiana del Tekom Roadshow organizzata da COM&TEC a Bologna.

Un appuntamento imperdibile per tutti i professionisti che lavorano nel campo della redazione tecnica. La platea, per la maggior parte italiana, ha potuto confrontarsi su diversi aspetti della gestione della documentazione tecnica e soprattutto sulle novità in questo settore in continua evoluzione.

La redazione tecnica sta cambiando rapidamente per stare al passo con i continui cambiamenti della realtà.

L’utente finale è sempre più al centro della comunicazione tecnica dell’azienda. Informazioni precise e puntuali devono essere a portata di mano quando se ne ha bisogno. Sintetiche e chiare ma pronte ad essere approfondite secondo necessità.

Cat Tool, software per la traduzione e la gestione della terminologia, supporti XML e CCMS, sono tutti strumenti già ampiamente diffusi per la gestione dei contenuti di un’azienda, per lo meno all’estero. E in Italia?

Da noi si rilevano le stesse esigenze, gli stessi fenomeni e cambiamenti in corso. La consapevolezza dell’importanza della documentazione aziendale è aumentata. L’azienda parla attraverso i suoi post sul sito, sui profili social, con la sua manualistica tecnica e i suoi tutorial anche in formato video. Molti sono gli strumenti a disposizione per una corretta comunicazione dei contenuti aziendali, si tratta di scegliere quelli più adatti per esprimere al meglio la propria identità. Come operare la scelta?

Innanzitutto è necessaria una chiara visione, una strategia di fondo della comunicazione aziendale. Purtroppo, rispetto all’estero, in Italia si ha una tendenza a procedere un po’ in ordine sparso. Capita quindi che i contenuti del sito siano gestiti in maniera totalmente diversa e indipendente rispetto a quelli presenti sulla manualistica già a partire dai testi sorgenti. Questo comporta una ridondanza di contenuti simili ma non identici che vanno a moltiplicarsi quando si passa alla traduzione nelle lingue straniere. Per evitare un dispendio di risorse umane ed economiche è quindi necessaria un’ottimizzazione dei contenuti originali.

Affidarsi e confrontarsi a professionisti del settore è un buon modo per evitare problemi banali che fanno la differenza in termini di costi e qualità. Akab, con la sua approfondita conoscenza del settore dei servizi linguistici, si propone alle aziende come partner in grado di comprendere le esigenze del cliente e consigliare al meglio per individuare il processo di gestione migliore a seconda delle specifiche situazioni.

Contattateci, siamo a vostra disposizione

Sei un traduttore affidabile e competente?

Sei un traduttore affidabile e competente?

AKAB srl seleziona nuovi traduttori per soddisfare in modo sempre più attento le crescenti esigenze della propria clientela.

Cerchiamo persone serie e professionali con le quali fare squadra, nel comune obiettivo di offrire ai nostri clienti ciò che cercano. I requisiti che richiediamo sono adeguato background linguistico, uso di Trados, esperienza pluriennale in almeno un settore tecnico, legale o economico e, soprattutto, senso di responsabilità, elasticità e spirito critico.

Da parte nostra, offriamo un project management attento e competente, che ci vede sempre accanto ai nostri collaboratori per risolvere i molti problemi che si incontrano quotidianamente nel nostro lavoro.

In questo momento le nostre priorità sono:

  • periti del tribunale di Milano, in aprticolare per inglese e francese, per collaborazioni frequenti
  • traduttori madrelingua inglese, francese e cinese, settore legale, tecnico, bilanci
  • traduttori, revisori, posteditor esperti nella localizzazione IT, in particolare documentazione marketing

Se non rientri in una di queste categorie ma sei in possesso dei requisiti richiesti e condividi la nostra visione di servizio al cliente scrivici comunque. Le esigenze delle aziende sono variegate e in costante evoluzione, e potremmo avere presto bisogno della tua collaborazione.

Se desideri collaborare con noi, invia il tuo cv a recruitment@akab-lsp.com oppure compila il nostro form